Popolo Fatato

Allineamenti Possibili

Le fate ed i folletti sono presenti in qualsiasi allineamento, anche se nel caso dei folletti si predilige il neutrale. In base all’allineamento si dividono rispettivamente in tre categorie:
● Fata Diamante/Folletto Petalo di Margherita Allineamento Buono;

● Fata Acquamarina/Folletto Petalo di Tulipano Allineamento Neutrale;

● Fata Rubino/Folletto Petalo di Iris Allineamento Malvagio.

Gerarchia di Razza

• Flora Lessien/Giglio d’Oro-Capo Razza: è la massima carica nella gerarchia della razza del Piccolo Popolo ed in quanto tale rappresenta un esempio ed è responsabile nei confronti dei membri della sua razza. A lei/lui spettano la direzione e le decisioni ultime circa le questioni inerenti la razza. Ha l’ultima parola riguardo possibili ingressi, promozioni, degradi, espulsioni e cambi razza oltre ad essere membro imprescindibile e capo del Consiglio della Famiglia. [Carica unica]

• Gilraen Lessien/Canto del Giglio-Fata Vice Capo Razza/Folletto Vice Capo Razza: fanno le veci della Flora Lessien o del Giglio d’Oro in caso di sua assenza e sono al servizio del loro popolo col compito di guidarlo ed istruirlo. Hanno potere decisionale in mancanza del Capo Razza, a patto che la decisione in questione li veda concordi. Possono prendere decisioni autonomamente solo se anche l’altro Vice è assente. Fanno parte del Consiglio della Famiglia. [Carica doppia (una Fata ed un Folletto)]

•Eyana Lessien/Petalo di Margherita -Fata Buona Anziana/Folletto Buono Anziano ,

•Aradea Lessien/Petalo di Tulipano - Fata Neutrale Anziana/Folletto Neutrale Anziano ,

•Isil Lessien/Petalo di Iris -Fata Malvagia Anziana/Folletto Malvagio Anziano : sono la Fata ed il Folletto che, per l’impegno dimostrato e le capacità acquisite, sono riconosciuti come membri anziani. Fungono da guida per le giovani Fate e Folletti ed hanno il compito di condurre ad Eldunari (residenza del Piccolo Popolo) i nuovi giunti appartenenti alla razza. Sono coloro che meglio controllano le capacità specifiche della razza e della loro categoria (bonus) e per questo possono insegnare ai più giovani come padroneggiare queste abilità.

• Amaurea Lessien/Germoglio - Giovane Fata/Giovane Folletto : sono i più giovani esponenti della razza. È loro il compito di apprendere ed osservare le usanze e le regole in vigore e di imparare a destreggiarsi al meglio con i poteri derivanti dall’appartenenza al Piccolo Popolo, lasciandosi istruire per questo dai membri più esperti.

• Lioyana Lessien/Capriccio dei Girasoli -Fata Rinnegata/Folletto Rinnegato : la Fata ed il Folletto che di loro spontanea volontà, secondo decisione del Capo Razza, dei voti congiunti dei Vice o per delibera del Consiglio della Famiglia, si allontanano o vengono allontanati da Eldunari. I Rinnegati sono disconosciuti dalla loro razza per grave mancanza nei confronti di un pari razza di qualsiasi grado, per omicidio di uno di questi o per grave infrazione delle regole che governano la vita del Piccolo Popolo. Questi esemplari perdono le capacità specifiche della razza, essendone esclusi. Solo in caso di riabilitazione all’interno del nucleo razziale potranno riacquistare le abilità perdute.

Caratteristiche Generali

Fate e Folletti sono spiriti della Natura, composti di puro spirito, energia naturale inconsistente ed estremamente luminosa che si “condensa” prendendo le sembianze di piccole figure alate il cui corpo è costituito da linfa vitale di colore verde chiaro brillante, la cosiddetta forma faerica.
Entrambi possono mutare in forma umana e in forma astrale, cioè quella primaria, incorporea ed invisibile. (2 turni: 1/2 Concentrazione – 2/2 Trasformazione). In forma faerica sono in grado di levarsi in volo in qualunque momento in una sola azione a patto di non essere trattenuti da nulla. Il volo non ha limiti di durata. In volo possono sollevare solo cose leggerissime o un’altra Fata/un altro Folletto. Per contro, quando volano sono in balia degli elementi, per esempio in presenza di forte vento possono essere sopraffatti e sbalzati lontano.

• Longevità: Essendo emanazione di energia queste creature sono molto longeve e possono giungere fino ai 500 anni. La loro vita, però è in particolar modo legata alla natura, se questa viene distrutta il processo di invecchiamento accelera vorticosamente portandole a morte certa. Essendo particolarmente empatici, Fate e Folletti somatizzano a livello fisico eventuali traumi psicologici come prolungati momenti di tristezza, malinconia o delusione andando volontariamente verso la morte, ricercando cioè la congiunzione con il piano astrale dal quale provengono ed abbandonando permanentemente la forma corporea.

•Veleni: che si trovino in forma faerica od umana, i veleni di origine vegetale non hanno su di loro alcun effetto. Non sono invece immuni a quelli animali e minerali. Questi ultimi risultano per loro, il più delle volte, letali.

•Nascita: Fate e Folletti nascono dalla schiusa di un fiore tra i seni della Fata madre.

•Morte e ferite: se feriti in forma faerica, le Fate e i Folletti perdono progressivamente linfa vitale a seconda della portata del danno subito. Le ferite di lieve entità possono essere curate in pochi giorni con composti e infusi a base di erbe. L’eccessiva perdita di linfa determina la morte della Fata o del Folletto. Nella forma umana è la perdita di sangue, secondo lo stesso principio, a decretare la morte. Ulteriore causa di decesso può essere, in mancanza di cure, lo spezzarsi delle ali. All’avvento della morte, queste creature tornano immediatamente alla forma astrale.

•Abilità Innate: Sono in grado di levarsi in volo in qualunque momento in una sola azione a patto di non essere trattenute da nulla. Il volo non ha limiti di durata.

Bonus e Malus

● Bonus 1 {Fate/Folletti}: Fratellanza. Le Fate, vista la loro comune essenza, quando sono in forma faerica e astrale riescono ad avvertire la presenza di loro simili entro un raggio di 20 passi. In forma umana la distanza si riduce a 10 passi. Quando questo accade la linfa (o il sangue, se in forma umana) inizia a scorrere più velocemente permettendo alla creatura di comprendere in che direzione e a che distanza si trovi l’altra. Questa caratteristica procura a fate e folletti maggiori possibilità di successo nell'utilizzo di un bonus o nella riuscita di un incanto. Questo è l'unico Bonus utilizzabile in Forma Astrale. La Fata/Folletto in F.A potrà percepire, ed essere percepito dai parirazza presenti in un raggio di 20 passi, per via dell'accelerazione dello scorrimento della linfa.

● Bonus 2 {Fate/Folletti}:Volo Rapido Le fate, essendo dotate di una agilità molto elevata rispetto ad altre razze, hanno la capacità, quando sono in Forma Eterica, di volare molto rapidamente ed in un ordine assolutamente casuale, così come il volo di un moscerino. Ciò potrà compiersi tramite 2 azioni (concentrazione, volo Rapido usando il condizionale nel caso di una quest), che permetteranno alla fata una mobilità sorprendente per 2 turni al massimo. Dopo di ché necessiterà di diversi minuti di pausa o sosta per poter ricompiere un volo simile. È praticamente impossibile per qualunque altra razza riuscire a seguire il volo a zig-zag di una fata, per questo il Bonus è particolarmente utilizzato quando si vuol confondere il nemico in una situazione di pericolo, assicurandosi così una buona prospettiva di fuga.

● Bonus 3 {Fate Diamante}: Illusione. Le Fate Diamante hanno la capacità di illudere le altre creature in modo da alterare ciò che percepiscono mutando un oggetto a livello sensoriale (udito, olfatto, gusto, vista, tatto). Sia il bersaglio che l'oggetto alterato devono essere all'interno di un raggio di 20 passi (10 passi se il bonus viene usato in forma umana). Tale illusione può agire su una sola persona alla volta tranne se a realizzarla sono la Flora Lessien o la Gilraen Lessien, le quali potranno illudere fino a due persone contemporaneamente. L'illusione ha effetto su oggetti grandi al massimo quanto un umano. Non consente comunque di far percepire qualcosa che non c'è o rendere invisibile qualcosa che già c'è, ma solo di cambiare il suo aspetto. Non ha effetto su creature dotate di immunità mentale. (2 turni: 1/2 Concentrazione – 2/2 Illusione. Dura per un massimo di 5 turni in forma faerica e di 3 in forma umana).

● Bonus 3 {Fate Acquamarina}: Telepatia. Il temperamento riflessivo ha permesso alle Fate Acquamarina di sviluppare una potente capacità telepatica, che permette loro di comunicare telepaticamente con ogni essere vivente all'interno di un raggio di 20 passi. (10 passi se il bonus viene utilizzato in forma umana). La telepatia ha effetto su una sola persona alla volta tranne se ad impiegarla sono la Flora Lessien o la Gilraen Lessien, le quali potranno comunicare massimo con due persone contemporaneamente. La telepatia può essere utilizzata anche per creare confusione mentale o stordimento tramite la trasmissione di echi e sussurri che sembrano provenire da ogni direzione o grida acute. Non ha effetto su creature dotate di immunità mentale. (2 turni: 1/2 Concentrazione – 2/2 Telepatia. Dura per un massimo di 5 turni in forma faerica e di 3 in forma umana).

● Bonus 3 {Fate Rubino}: Profumo Ammaliatore. Essendo creature dotate di grande fascino, le Fate Rubino hanno la capacità di diffondere nell’aria una polverina profumata invisibile ad occhio nudo che sprigiona un profumo capace di ammaliare l’altro sesso e di renderlo un burattino nelle mani della Fata; è praticamente impossibile resistere a questo profumo, purché l'atto richiesto dalla Fata non sia autolesionista o fortemente contrario alle proprie convinzioni (ovviamente la capacità di persuasione dipende anche dal grado in razza della fata e del suo avversario); per gli individui dello stesso sesso il bonus non avrà alcun effetto. Agisce entro un raggio di 20 passi (10 passi se utilizzato in forma umana). Non ha effetto su creature dotate di immunità mentale o su chi non può percepire odori. (2 turni: 1/2 Concentrazione – 2/2 Profumo Ammaliatore. Dura per un massimo di 5 turni in forma faerica e di 3 in forma umana).

● Bonus 3 {Folletti- Petalo di Margherita}: Illusione. I petali di Margherita hanno la capacità di illudere le altre creature in modo da alterare ciò che percepiscono mutando un oggetto a livello sensoriale (udito, olfatto, gusto, vista, tatto). Sia il bersaglio che l'oggetto alterato devono essere all'interno di un raggio di 20 passi (10 passi se il bonus viene usato in forma umana). Tale illusione può agire su una sola persona alla volta tranne se a realizzarla sono la Flora Lessien o la Gilraen Lessien, le quali potranno illudere fino a due persone contemporaneamente. L'illusione ha effetto su oggetti grandi al massimo quanto un umano. Non consente comunque di far percepire qualcosa che non c'è o rendere invisibile qualcosa che già c'è, ma solo di cambiare il suo aspetto. Non ha effetto su creature dotate di immunità mentale. (2 turni: 1/2 Concentrazione – 2/2 Illusione. Dura per un massimo di 5 turni in forma faerica e di 3 in forma umana).

● Bonus 3 {Folletti- Petalo di Tulipano}: Mimetismo. I Folletti sono spiriti della natura: sono in grado quindi di mimetizzarsi perfettamente in qualunque ambiente naturale o, comunque, con una discreta presenza di vegetali. Solo ad una attenta ricerca o tramite razze dai sensi particolarmente sviluppati è possibile scovarli. (2 turni: 1/2 Concentrazione – 2/2 Mimetismo. Dura per un massimo di 5 turni in forma faerica e di 3 in forma umana).

● Bonus 3 {Folletti- Petalo di Iris}: Telecinesi. I Folletti possono muovere a distanza gli oggetti creando situazioni imbarazzanti, e combinando un gran numero di guai. Questo potere aumenta a seconda del grado rivestito in razza: il Giglio d'Oro e il Canto del Giglio potranno spostare oggetti grandi fino al doppio di loro, i gradi inferiori non potranno spostare oggetti più grandi delle loro stesse dimensioni in forma faerica. Gli oggetti possono essere spostati entro un raggio di 20 passi in forma faerica e di 10 passi in forma umana. (2 turni: 1/2 Concentrazione – 2/2 Telecinesi. Dura per un massimo di 5 turni in forma faerica e di 3 in forma umana).

● Malus 1 {Folletti/Fate}: Forma Umana. Quando sono in Forma Umana, la loro forza fisica risulta la metà di quella di un normale Umano, combattere risulta molto faticoso e non sono in grado di utilizzare la maggior parte delle armi e delle armature, o di trasportare e sollevare carichi troppo pesanti. Benché le altre caratteristiche non subiscano penalità, una Fata o un Folletto sarà sempre avvantaggiato nella sua forma naturale anche quando si tratta ad esempio di lanciare incantesimi o usare i Bonus a sua disposizione.

● Malus 2 {Folletti/Fate}:Allergia al Ferro. Sono estremamente allergici al ferro, e questo gli preclude la possibilità di maneggiare gli artefatti di questo materiale. Se si trovano a contatto con un pezzo di ferro puro, al primo turno avvertiranno un gran fastidio e prurito, al secondo turno la pelle a contatto col metallo presenterà gravi irritazioni e sfoghi, al terzo turno cadranno in shock anafilattico e conseguente crisi respiratoria fino al momento della rimozione dell'oggetto (se non a diretto contatto con la pelle, ma ad esempio coi vestiti, questi effetti saranno ritardati di un turno ciascuno). Inoltre se si trovano a contatto con un pezzo di ferro non potranno usare i loro poteri e risulteranno molto indeboliti. Questo malus non si verifica con le leghe metalliche in cui è contenuto il ferro, ma solo in presenza di ferro puro.

● Malus 3 {Folletti/Fate}: Condizioni Atmosferiche. In presenza di vento forte, pioggia e temporali il folletto/fata in forma faerica sarà completamente in balia degli elementi. Allo scoperto glie/le sarà quindi assolutamente impossibile volare con queste condizioni atmosferiche, così come raggiungere la Concentrazione per usare Bonus o incantesimi.

Anatomia Esterna

FORMA FATATA (f.f):

•Aspetto: Sono entrambi di aspetto Antropomorfo. I Folletti sono spesso sproporzionati.

•Altezza: l’altezza delle Fate è compresa tra i 5 ed i 25 cm, mentre i Folletti variano da 5 a 30 cm.

•Peso: Per entrambi varia a seconda delle dimensioni. Una Fata può raggiungere un peso massimo di 3 kg, mentre un Folletto può arrivare a pesare 5 kg.

•Testa: mentre nelle Fate la testa è proporzionata al resto del corpo, nei Folletti spesso risulta sproporzionata. Entrambi hanno occhi molto brillanti e luminosi, orecchie allungate e spesso a punta. I capelli, in forma faerica, sono variopinti con riflessi di altri colori e, a volte, possono cambiare rispetto all’umore della Fata o del Folletto.

•Tronco: Molto esile sia nelle Fate che nei Folletti.

•Ali: Posseggono ali che possono essere arrotondate simili a quelli di farfalla e di piccole dimensioni o sfrangiate, allungate. Le ali sono di consistenza setosa, cartacea o vitrea con colorazione opaca, trasparente o molto appariscente. Nel caso delle Fate, solitamente le prendono il colore dell’allineamento. Se strappate ricrescono dopo 30 giorni con una cura immediata e frequente. Se dopo un giorno non viene iniziata la cura può portare al decesso della Fata o del Folletto. Alla perdita delle ali consegue l’incapacità di mutare in forma umana, come quella (ovviamente) di volare e usare qualsiasi abilità naturale o incantesimo, rendendo la Fata e il Folletto praticamente indifeso.

•Epidermide: L’epidermide della Fata è molto delicata, sottile e morbida, di solito di colore molto chiaro,quasi luminescente. Differentemente, nel Folletto l’epidermide può assumere tutti i colori del sottobosco ed essere di consistenza liscia e setosa o ruvida.

FORMA UMANA (f.u):

•Aspetto: in tutto identico a quello umano. Nel caso dei Folletti, le sproporzioni della forma faerica spariscono completamente.

•Altezza: Le Fate possono misurare dai 150 ai 175 cm, i Folletti tra i 175 ed i 190 cm.

•Peso: in proporzione all’altezza, le Fate pesano dai 40 ai 60 kg, i Folletti dai 70 ai 90 kg.

•Testa: identica a quella umana.

•Tronco: identico a quello umano, molto longilineo.

•Ali: per effetto della mutazione magica, nella forma umana spariscono totalmente

•Epidermide: la pelle delle Fate, per quanto identica a quella umana, risulta più luminosa e setosa. Nei Folletti, i tipici colori silvani vengono rimpiazzati dal comune colore dell’incarnato umano, dalle tinte più pallide a quelle più scure a propria discrezione.

Anatomia Interna

FORMA FATATA:

•Sistema cardio-Vascolare: Affidato essenzialmente alla Linfa in forma faerica. In forma umana, in tutto e per tutto simile a quello umano.

•Apparato Digerente: analogo a quello umano. Le Fate e i Folletti amano il latte e qualunque tipo di cibo dolce. Adorano infatti i dolci come biscotti o torte e le zollette di zucchero. Sono accanite divoratrici di frutta: mele, bacche, frutti di bosco e specialmente fragole. Ma sono anche ghiotte di spezie, prima fra tutte la cannella. Le bevande per le quali vanno matte sono il vino, l’idromele, le bevande elfiche in genere ed i succhi di nettari misti dei fiori più buoni e profumati. La particolarità dei Folletti, rispetto alle Fate, è che riescono ad ingurgitare spropositate quantità di qualsiasi cibo, ad eccezione della carne che mangiano malvolentieri.

•Apparato Osseo: Pare che Fate e Folletti abbiano delle ossa, composte anche queste da Linfa Vitale, molto esili ed elastiche e di incredibile resistenza. In forma umana, in tutto e per tutto simile a quello umano.

•Apparato Riproduttore: le Fate non posseggono apparati genitali. Solo un amore vero e sincero può far si che da un bacio si generi un'altra Fata o Folletto, che nascerà da un fiore che si formerà fra i seni della Fata madre.[Il procedimento si svolge nel modo seguente: si avvisa il Fato dell’intenzione di avere un figlio. Il Fato sottopone la coppia ad un mese di osservazione. Dopodiché il fiore (a scelta) si forma tra i seni della madre, che fornirà alla Fatina o al Folletto in arrivo la nutrizione attraverso la propria linfa. Dopo 10 giorni, se non danneggiato, il fiore si schiude dando vita ad una nuova Fata o Folletto.] Durante il periodo di “gestazione” (10 giorni) la Fata, per garantire il benessere della creatura in arrivo, dovrà necessariamente mantenere la forma faerica o quella astrale, poiché in forma umana, non essendo dotata di linfa, verrebbe a mancare il sostentamento nutritivo per il fiore.

RAZZE COMPATIBILI
Fata+umano: fata o folletto
Fata+elfo: fata o folletto
Fata+mezzelfo: fata o folletto
Fata+mannaro: fata o folletto
Nano+fata: fata o folletto
Tritone+fata: fata o folletto
Centauro+Fata: Fata o Folletto
Folletto+Fata: Fata o Folletto

Il Folletto è privo di apparato riproduttore e genitale. L’unica possibilità di procreazione del Folletto è il Bacio d’amore vero con una Fata.

FORMA UMANA:

•Sistema Nervoso: analogo a quello umano.

•Sistema cardio-Vascolare: analogo a quello umano.

•Apparato Digerente: analogo a quello umano. Mantengono le preferenze alimentari dalla forma faerica a quella umana.

•Apparato Osseo: analogo a quello umano

•Apparato Riproduttore: sia la Fata che il Folletto sono provvisti di apparato riproduttore e genitale, ma entrambi sono sterili.

Carattere

I modi di essere e i comportamenti di una Fata possono essere molto diversi, ma solitamente si riassumono in tre distinte inclinazioni: Diamante (Fata Buona), Acquamarina (Fata Neutrale), Rubino (Fata Malvagia).
Le Fate Diamante spesso spiccano per la loro allegria, contagiando chi sta loro intorno. Fate di animo buono e puro, sono sempre pronte ad aiutare chi si trova in difficoltà, anche a rischio della loro incolumità. Una Fata Diamante è sincera ed onesta, generosa verso il prossimo e particolarmente empatica. Mal sopporta le ingiustizie e si batte per i più deboli. Solare ed energica, la Diamante ama particolarmente la compagnia e i legami che stringe sono spesso difficili da spezzare.
Le Fate Acquamarina dal canto loro sono più pacate e riflessive, a volte malinconiche, naturalmente portate verso attività come la lettura e lo studio in generale. Più delicate e fragili delle irruente Diamante, conversano amabilmente tanto col viandante che con il conte grazie alla loro tendenza ad essere molto diplomatiche. Agiscono principalmente per l’Equilibrio e valutano attentamente qualsiasi situazione prima di cimentarsi in un’impresa.
In ultimo, le Fate Rubino sanno essere sensuali, accattivanti, amano mettere in imbarazzo le persone. Possono risultare dispettose, diffidenti, scaltre, vanitose, seduttrici e convincenti. Sono tendenzialmente più interessate al proprio tornaconto che al bene comune, a volte a discapito della giustizia stessa. Sanguigne ed altere, sono più diffidenti delle loro compagne e maggiormente vendicative nei confronti di chi abbia fatto loro un torto.

Allo stesso modo i Folletti sono divisi in tre distinte categorie: Petalo di Margherita (Folletto Buono), Petalo di Tulipano (Folletto Neutrale), Petalo di Iris (Folletto Malvagio). La distinzione, in questo caso, è meno netta, poiché i Folletti sono generalmente curiosi, burloni, capaci di qualsiasi genere di scherzo, dal più simpatico al più malvagio.
I Petalo di Margherita sono tra tutti i più inclini al gioco e alla risata, desiderosi di portare gioia a quelli che gli stanno intorno. Sono energici e golosi, onesti e teneri. Se stuzzicati possono diventare dispettosi, ma mai crudeli.
I Petalo di Tulipano sono più posati e inclini a lunghi pomeriggi nel bosco a giocare con gli animali. Anche loro sanno bene come difendersi restituendo pan per focaccia a chi ha l’animo di punzecchiarli e sono, tra i Folletti, i più attenti a quanto li circonda .
Infine, i Petalo di Iris sono facile preda della loro stessa perfidia, permalosi e lunatici, possono reagire in maniera inaspettata e spropositata anche al più piccolo sgarbo

. A dispetto della tipologia, comunque, il legame tra Fate e Folletti fa sì che tanto Diamante e Petalo di Margherita, quanto Acquamarina, Petalo di Tulipano, Rubino e Petalo di Iris, rispettino e tengano in grande considerazione il loro popolo, aiutandolo e mostrando fedeltà.

Sensi

 •Vista All’interno dei Boschi la loro vista risulta essere molto sviluppata.
•Udito All’interno dei Boschi anche l’udito risulta essere molto sviluppato.
•Tatto Nella norma.
•Olfatto Nella norma.
•Gusto Nella norma.

Forme di Razza

Possono mutare stato a loro piacimento. Hanno tre diverse forme di esistenza:

•Forma Astrale: È lo stato originario di una Fata e di un Folletto. E’ lo stato di pura essenza e puro spirito. Dalla forma faerica così essi possono tornare al loro stato ancestrale. Il cambiamento deve avvenire in ombra o in penombra ed in due distinte azioni (concentrazione, smaterializzazione), descritte sempre con la massima cura. La seconda azione dovrà esser scritta nella forma condizionale nel caso in cui l’abilità sia usata durante una quest avente presenza del fato. La Fata o il Folletto che utilizzerà la suddetta abilità sarà completamente invisibile ad ogni creatura. Durante i turni in forma astrale è opportuno scrivere [Forma Astrale o F.A.] dinanzi all'azione o alla frase scritta. Quando la Fata o il Folletto si troverà sul Piano Astrale non avrà la possibilità né di afferrare oggetti, né di interagire con la realtà circostante in alcun modo (non potrà parlare, ma neppure essere colpito da oggetti. In qualche modo è immateriale). Avrà però libertà di movimento e ciò permetterà, in caso di pericolo, una fuga senza impedimenti.

•Forma Faerica: È lo stato normale con cui Fata e Folletto si mostrano agli altri esseri. Si addensa l’energia di cui sono fatti in due turni (concentrazione, materializzazione) e si assume un corpo fisico palpabile che può toccare ed essere toccato. Gli organi esterni saranno analoghi a quelli umani, per questo il corpo potrà violare ed essere violato (ferite, carezze, ecc). Da questo piano si potrà passare, con relativa semplicità (due azioni, concentrazione, trasformazione) attraverso un bagliore di luce in forma umana.

•Forma Umana: È lo stato in cui l’energia si addensa ulteriormente in una forma consistente. Dal piano faerico si potrà passare, con relativa semplicità (due azioni: concentrazione, trasformazione) in forma fatata, attraverso un bagliore di luce. Nel caso della Fata le fattezze rimangono le medesime ma varia la sua altezza e spariscono le ali. Nei Folletti vengono anche a mancare le sproporzioni della forma faerica. In questo stato si possono usare tutte le facoltà tipiche di un essere umano. La caratteristica di agilità diverrà analoga a quella umana, mentre gli altri valori resteranno analoghi al piano eterico, pertanto saranno molto svantaggiati per quanto riguarda combattimenti corpo a corpo e d’armi.

Dimora e Vita Razziale

Tutti i membri del Popolo Fatato troveranno ospitalità ad Eldunari, grande albero fatato al centro del Bosco Fatato. Esso è protetto da un potente incantesimo, per cui solo Fate e Folletti, che sono stati guidati li da altri membri possono raggiungerlo e sopratutto vederlo. Un folletto vi farà da guida per Eldunari
Ogni mese vi è il raduno dei membri esperti del piccolo popolo, per discutere tutto ciò che riguarda la razza e per proporre eventi volti ad animare la vita razziale del Popolo Fatato.